Menu

GP ALIGP Logo 100 small

genovese, aviatore, imprenditore

Verso il "centenario": dal 14 al 16 maggio 2021 celebriamo, nel nome di uno dei fondatori, la nascita di un'impresa industriale, nata a Genova e protagonista nella storia della motorizzazione italiana.

[powr-countdown-timer id="8383fd79_1584111873"] 

GP ALIGP Logo 100 small

genovese, aviatore, imprenditore

Verso il "centenario": dal 14 al 16 maggio 2021 celebriamo, nel nome di uno dei fondatori, la nascita di un'impresa industriale, nata a Genova e protagonista nella storia della motorizzazione italiana.

[powr-countdown-timer id="8383fd79_1584111873"] 

spazioGiorgio Parodi, aviatore, era devoto alla Vergine Lauretana; lo era due volte, come pilota e come genovese. Per quello che ci racconta la sua vicenda personale e militare si può certamente dire che aveva beneficiato della sua protezione, a terra e in volo, in tempi assai duri.

Il legame fra gli "Aeronauti" e la Madonna di Loreto inizia...

con Papa Benedetto XV che il 24 marzo del 1920 l'aveva proclamata "Patrona Aeronautarum” :Patrona degli Aeronauti, di tutti coloro che a qualsiasi titolo vanno in volo. Da allora si e' consolidato uno specialissimo legame di devozione con le donne e gli uomini dell' Aeronautica Militare.

Nel 2020 si celebrerà il centenario di tale proclamazione, e forse non è un caso che Papa Francesco abbia aperto lo scorso 8 dicembre l’Anno Giubilare Mariano.

Ma la Madonna di Loreto ha un legame strettissimo anche con la città di Genova, che ha protetto e continua a proteggere  in virtù di un voto fatto il 10 dicembre 1746 da padre Giusso, priore del Santuario a Lei dedicato, nel quartiere cittadino di Oregina. Egli ne invoco' l'aiuto per la liberazione della Repubblica dal giogo austriaco. Fu in quella giornata che i moti innescati dal giovane Giobatta Perasso detto  "Balilla" ebbero le vittoriose conseguenze che tutti i genovesi ben conoscono. Vale la pena di citare qui un passo del dispaccio che un osservatore veneziano inviò in patria: «la prima mano, onde il grande incendio s'accese, fu quella di un picciol ragazzo, qual diè di piglio ad un sasso e lanciollo contro un ufficiale tedesco» [1]

Da allora con storica regolarità ogni 10 dicembre, ricorrenza della Santa Patrona, il Comune di Genova sale in processione al Santuario per sciogliere il voto.

Ma c'è di più: qui il 10 dicembre 1847 nacque l'inno nazionale. Durante la processione, nella quale era presente il giovane Goffredo Mameli, fu sventolato il tricolore e sul piazzale antistante la Chiesa fu cantato per la prima volta quello che sarebbe diventato il "canto degli Italiani".

Dai ranghi dell'Aronautica Militare ci perviene questo filmato, frutto di sincera devozione e volontà di memoria, in onore di alcuni recenti Caduti. Ci aiuterà a comprendere quei legami di cui abbiamo detto poc'anzi.

Buona visione.

[1]  Wikipedia

 

 

 

 

 

 

 

 

(Gen. Div. Aer. (r) Salva Gagliano)

{youtube}https://www.youtube.com/watch?v=8B2e-Y78y1g&t=35s {/youtube}

Pin It

Copyright © 2019 -2021 Associazione Giorgio Parodi -  giorgioparodi.it. Tutti i diritti riservati.

PRIVACY E COOKIES POLICY

site maintenance: MBfabrica - Genova